Video su Letteratura

Storia della tragedia: riassunto

La tragedia è una rappresentazione scenica drammatica, con tono e stile elevati. Nata dal ditirambo satirisco greco, con le importanti innovazioni di Eschilo inizia la fase della tragedia attica. I temi riguardano eroi del mito o sfortunati eventi della polis e gli autori più importanti, oltre a Eschilo, sono Sofocle ed Euripide. Grazie a Livio Andronico, Nevio ed Ennio, le opere greche sono tradotte e messe in scena anche a Roma. Durante il rinascimento la tragedia è un genere diffusissimo e dal XVI secolo è presente in tutta europa. Particolare successo in Spagna ha il dramma sacro, l’autosacramental, mentre in Inghilterra spiccano le opere Shakespeare e Marlowe e in Francia quelle di Corneille e Racine. In Italia nel XVIII e XIX Alfieri e Manzoni sono i massimi esponenti della tragedia storica. Infine, nel XX secolo ricordiamo le opere di Gide, Artaud e Sartre.