Video

Naso e cavità nasali - anatomia

Il primo organo che l'aria inspirata attraversa è il naso, o, più in particolare, le cavità nasali.
Il naso è un organo di forma piramidale posto all'incirca al centro della faccia; sulla sua superficie inferiore possiamo osservare un setto cartilagineo che separa due orifizi, cioè le narici.
La struttura del naso esterno è composta da ossa, cartilagini e muscoli; esso è irrorato dall'arteria faciale (ramo della carotide esterna), drenato dalla vena faciale anteriore, tributaria dei grandi plessi del cranio, ed innervato dal nervi faciale e dal ramo mascellare del nervo trigemino.
Il vestibolo del naso è una fessura allungata in senso verticale che presenta un orifizio inferiore, la narice, e un'apertura sulla cavità nasale propriamente detta.
La cavità nasale è delimitata solo da ossa; la sua parete mediale è costituita dalle ossa che formano il setto nasale, cioè l'etmoide e il vomere, mentre la parete laterale presenta tre rilievi chiamati cornetti nasali superiore, medio ed inferiore, tra i quali sono presenti delle conche. Anteriormente, la cavità nasale comunica con il vestibolo del naso, mentre posteriormente, attraverso degli orifizi chiamati “coane”, con la faringe. L'apice della cavità nasale è rappresentato dalla lamina cribrosa dell'osso etmoide, sulla quale si trova anche la mucosa olfattoria.
La vascolarizzazione della cavità nasale avviene ad opera delle arterie palatina discendente e sfenopalatina (rami dell'arteria mascellare) e delle vene sfenopalatine, facenti parte del circolo della giugulare esterna. La cavità nasale è innervata dai nervi etmoidali e rappresenta inoltre il punto di origine del nervo olfattivo.

Domande
Hai dubbi? Fai una domanda!
Sei nel corso di
Potrebbero interessarti
Relatori

Agorà Scienze Biomediche

Relatore di Oilproject

Cerca tra migliaia di lezioni, corsi ed esercizi, quello che fa per te!
categorie
corsi
video
testi
esercizi
domande
definizioni