Teseo e il minotauro: riassunto del mito

Il mito di Teseo e il Minotauro è ambientato a Cnosso, sull’isola di Creta, nel periodo del regno di Minosse, antico sovrano i cui natali affondano nella leggenda. Minosse, figlio di Zeus ed Europa, sposa Pasifae, che in seguito ad un’offesa fatta ad Afrodite viene maledetta e indotta ad innamorarsi di un toro. Nasce così un figlio mostruoso, metà uomo e metà toro, il Minotauro. Minosse lo imprigiona in un labirinto fatto costruire dall’inventore Dedalo e, per sfamarlo, impone alle città sotto la sua dominazione un tributo annuale di sette fanciulle e sette giovani. Un anno, però, tra loro viene condotto il principe di Atene, Teseo, che non vuole arrendersi al tragico destino. Teseo seduce la figlia di Minosse, Arianna, e le promette di condurla in Grecia. Arianna gli dona così un lungo filo, per segnare la via per uscire dal labirinto: il giovane riesce infatti ad uccidere il Minotauro e a scappare dal labirinto. Tuttavia, Teseo non mantiene fede alla promessa e abbandona Arianna sull’isola di Nasso.