Svetonio: vita e opere

Svetonio nasce nel 70 d.C. circa e i dati sulla sua vita, quando non ci sono riferiti da lui medesimo, sono tratti dall’epistolario di Plinio il giovane e dall’Historia augusta. Di studi eruditi, Svetonio si dedica anche all’attività forense e viene nominato da Traiano curatore delle biblioteche pubbliche, mentre sotto Adriano diventa responsabile dell’archivio imperiale e addetto alla corrispondenza dell’imperatore. Nel 122, però, Svetonio cade in disgrazia e non abbiamo ulteriori notizie sul resto della sua vita. Le sue opere sono andate quasi completamente perdute e di esse non sono giunti fino a noi che pochi frammenti. Di carattere enciclopedico fu il Pratum, mentre il De viris illustribus è una raccolta di biografie di letterati illustri, suddivisi per il genere delle loro opere (andando dunque dalla lirica, alla storiografia, alla retorica) e il De vita Caesarum è una raccolta in otto libri di dodici biografie degli imperatori: da Cesare a Domiziano.